Meldola Teatro Gian Andrea Dragoni

Cenni storici e architettonici
I cittadini meldolesi incaricarono l'ingegnere forlivese Giuseppe Missirini di presentare un progetto per la costruzione di un nuovo teatro sul retro del Palazzo Comunale. La costruzione iniziò nel 1827, ma durante i lavori la pianta ellittica venne modificata in pianta a ferro di cavallo. Il primo spettacolo, presentato il 12 febbraio 1838 dalla Compagnia Lipparini, avvenne a sala ancora incompiuta.
Dopo oltre vent'anni dall'apertura, alcune strutture dell'edificio richiesero interventi improrogabili; nel 1867 si incaricò l'ingegnere Luigi Conti di Faenza di progettare il restauro e la costruzione dei palchi sul proscenio e della scala di accesso al loggione. I lavori furono ultimati nel 1877 con l'esecuzione delle parti decorative ad opera del pittore bolognese Luigi Samoggia.
Da questo momento furono messe in scena rappresentazioni di alto livello qualitativo, sia di prosa che di lirica.
Negli anni Trenta e Quaranta venne utilizzato per proiezioni cinematografiche, balli, feste e conferenze, fino a quando, nel 1954, venne revocata l'agibilità. Solo nel 1978 furono avviati i lavori di recupero, sotto la direzione dall'architetto Van Riel. Oggi la pianta della sala è a ferro di cavallo, con tre ordini di palchi, tredici per piano, e loggione. Il cielo presenta decorazioni monocrome a tempera e calce con effetti chiaroscurali e di rilievo, simili a quelli del frontone del boccascena. Nel perimetro esterno, ai monocromi si alternano tondi che racchiudono le effigi di famosi musicisti e autori di prosa. Il rosone centrale è attorniato da un decoro policromo a tralci floreali, di fattura posteriore.

Gestione
Da anni la gestione del teatro è affidata ad Accademia Perduta-Romagna Teatri.

Programmazione
La stagione del Teatro G. A. Dragoni di Meldola è caratterizzata in prevalenza da spettacoli di prosa sapientemente armonizzati fra lavori brillanti e copioni di forte impatto emotivo.
La stagione, che si esplica da novembre ad aprile, comprende inoltre un ciclo di commedie dialettali ed una rassegna di teatro per ragazzi.
Il teatro viene utilizzato anche per convegni ed importanti manifestazioni culturali, tra le quali risalta il Premio Hesperia intitolato alla celebre diva del muto ed assegnato annualmente a personalità del mondo dello spettacolo.



Indietro Avanti
Teatro Gian Andrea Dragoni

Indirizzo
Via XXIV Maggio, 5
47014 Meldola

Telefono
0543.490089

Sito Internet
www.comune.meldola.fo.it www.cartellone.emr.it

dati tecnici

Capienza
318 posti

Spazio scenico
larghezza 7,3 m
profondità 6,3 m

Impianto elettrico
80 Kw

Spazi per gli artisti
7 camerini con 2 servizi doccia

Altri spazi
foyer, guardaroba, sartoria