Cesena Teatro Alessandro Bonci

Cenni storici e architettonici
Nel maggio del 1822 la comunità cesenate invia al gonfaloniere una missiva che manifesta l'intenzione di acquisire il teatro Spada, nel palazzo Alidosi, e di costruire un nuovo grande edificio teatrale in muratura. L'impianto dell'antico teatro nobiliare è quello classico del teatro all'italiana: una platea ovale circondata da ventuno palchi in legno su ciascuno dei tre ordini, un arcone scenico e il palco di ridotte dimensioni. La compravendita fra il marchese Francesco Spada di Bologna e il municipio di Cesena avviene, tuttavia, molto più tardi, dopo una lunga e tormentata trattativa. Il progetto per il nuovo teatro viene affidato a Vincenzo Ghinelli, con un incarico formale deliberato dal Consiglio Comunale nella seduta del 5 novembre 1841. Ghinelli prende le distanze dall'ipotesi, caldeggiata dalla deputazione teatrale, di una sala a quattro ordini, e opta per la soluzione a cinque ordini comprendente il loggione; su questi presupposti mette mano alla redazione del progetto che viene consegnato qualche mese dopo, nell'aprile 1842.
La macchina teatrale proposta dal Ghinelli soddisfa pienamente i principi fondamentali della solidità, dell'armonia e della bellezza, in accordo con le necessarie esigenze di razionalizzazione e di contenimento della spesa. La cavea è ripartita in quattro ordini di palchi, con l'aggiunta di un quinto ordine interamente destinato a loggione. L'equilibrio formale e funzionale dell'organismo si rileva, in particolare, nella disposizione planimetrica: la platea, nella ormai classica forma semicircolare, è preceduta da un ampio atrio aperto sulla loggia ed è seguita da un palcoscenico di proporzioni veramente rilevanti; ognuna di queste parti ha la dimensione di circa un terzo rispetto alla lunghezza complessiva dell'edificio. La razionalità delle soluzioni tecniche adottate si evidenzia, inoltre, nel sistema dei nodi di distribuzione verticale: due grandi scaloni danno accesso diretto dall'atrio agli ordini superiori: a questi vanno aggiunti i quattro corpi scala di servizio e di sicurezza disposti, sempre in simmetria, agli angoli della cavea.
Nella zona soprastante all'atrio è situato il casino del teatro (l'attuale ridotto) comprendente un'antisala, sei ambienti secondari e un salone dotato di una balconata a uso dell'orchestra; l'ingresso è garantito da uno scalone marmoreo posto a destra del portone centrale del teatro.
Il 31 agosto 1842 la deputazione per il nuovo teatro dà l'imprimatur definitivo al progetto. Difficoltà di carattere amministrativo e finanziario ritardano però la consegna dei lavori che si attua il 24 aprile 1843: l'impegno è di completare l'opera entro la primavera del 1846.
Alla fine del 1844 l'impianto strutturale dell'edificio risulta pressoché concluso e si può iniziare a dar corso alle necessarie opere di finitura.
Portate a termine tutte le opere di carattere edilizio, compreso le decorazioni, le macchie, le scene e gli arredi, il 15 agosto 1846, dopo appena tre anni dalla posa della prima pietra, il teatro viene ufficialmente inaugurato.

Gestione
Dal 1° ottobre 2001 il Teatro Alessandro Bonci è gestito da E.R.T. (Emilia-Romagna Teatro Fondazione) di cui il Comune di Cesena è socio fondatore. La sede di E.R.T. è a Modena, in Largo Garibaldi 15; per Cesena la sede operativa è in Piazza Guidazzi, mentre gli uffici sono presso il Centro culturale San Biagio, in Via Aldini 22.

Programmazione
Il Teatro Bonci svolge un ruolo di promozione teatrale, con la partecipazione alla produzione di spettacoli e con la programmazione di spettacoli di prosa, balletto, concertistica e lirica, di teatro per ragazzi e di ricerca. La rassegna di Teatro ragazzi, il festival di Teatro scolastico, il festival I Suoni del Tempo e la rassegna di Teatro di prosa rientrano tra le proposte di cartellone programmate ogni anno.
Il Teatro Bonci ha un riconosciuto rilievo regionale e opera in collaborazione con altri Comuni e altri soggetti, con la costituzione di reti informali di relazioni su singoli progetti.



Indietro Avanti
Teatro Alessandro Bonci

Indirizzo
Piazza Guidazzi, 1
47023 Cesena

Telefono
0547.355723
0547.355724
0547.355714

Email
staff@teatrobonci.it

Sito internet
www.teatrobonci.it

dati tecnici

Capienza
798 posti (224 in platea, 127 nel loggione, 447 nei palchi)

Spazio scenico
larghezza 22,5 m
profondità 24 m
larghezza utile
palco 22 m
profondità utile palco 24 m
declivio 5%

Sipario
manuale ed elettrico

Impianto elettrico
70 Kw

Spazi per gli artisti
15 camerini (2 con docce e servizi)

Altri spazi
foyer, salette collaterali, ecc.